Biografia

La prima produzione discografica dei Verrospia nasce con la Raged Records di Roma, durante la realizzazione della compilation Strummer: a Clash Tribute (2006), con il brano “Police on my back”.
La stessa etichetta produce il primo album omonimo della band, uscito nel 2007 (distribuito da Good Fellas). A pochi mesi di distanza il singolo “Non è ganja” viene presentato durante la trasmissione Demo, in onda su Radio Uno Rai, che trasmetterà in seguito anche il brano Acqua, presente anch’esso nel primo album “Verrospia”. Nei mesi seguenti si esibiscono in manifestazioni, club e centri sociali al fianco di artisti come: Alborosie, Sud Sound System, Boo Boo Vibration, One Love Hi Powa, Pow Pow (Germania), Apres la Classe, Verdena, Villa Ada Posse e Brusco. Oltre l’intensa attività live sono inoltre ospiti (per tre stagioni consecutive) sul palco showcase del Rototom Sunsplash, e a festival quali il Positive Vibration, la Festa del Raccolto del Forte Prenestino a Roma, il Roma Conscious Splash e, sempre nella capitale, Fiesta, Balla coi cinghiali (SV) e sul palco “band emergenti” dell’Heineken Jammin’ Festival.

A dicembre 2010 i Verrospia completano il loro secondo album, Equilibrio, prodotto dalla stessa band in collaborazione con la C.P.S.R. (Sana Records) e distribuito in Italia dalla Venus.
Significativa, nello stesso anno, è anche l’attività del gruppo in qualità di backing band del cantante jamaicano di fama internazionale Skarra Mucci.

Nell’ ottobre del 2013 due nuovi brani della band, Sunshine e Alibi, vengono selezionati da Piotta per la compilation edita da La Grande Onda: “Hit Mania – Street Art Vol.3”.

E’ il luglio 2014, La Grande Onda pubbilca “Piotta presents Go Mixtape (Street Art Files)”, il mixtape contiene il brano La Verità, firmato dai Verrospia con MarvelMex e prodotto da Angelo Elle per Cookmusic.

Nel 2016 per La Grande Onda esce Unica Radice, il terzo album della band, che vede il contributo artistico del rapper MarvelMex. La produzione artistica, firmata Verrospia e Angelo Elle, si avvale della consulenza di Gianluca Verrengia, che ha seguito la band in studio, dalla registrazione al master dell’intero album.